05/11/13

10 tipi di innovazione


L'innovazione di prodotto è il classico esempio che viene in mente quando si parla di innovazione.
Ecco invece una bella presentazione di Alar Kolk su 10 diversi modi di fare di innovazione classificati in 4 gruppi tipo.


 

24/10/13

Consumers & Brands: una Love Story


Uberflip descrive in un breve video-graphic il modo in cui i consumatori percepiscono le azioni di marketing dei contenuti e quanto efficace sia il content marketing nell'aumentare l'affinità e l'amore dei consumatori verso una marca.

Quanto sono amati i contenuti di marca?

Ecco alcuni dati chiave:

- il 61% dei consumatori amano marche che pubblicano contenuti personalizzati;

- il 90% dei consumatori trovano i contenuti personalizzati utili;

- il 75% dei consumatori ritengono che le marche che creano contenuti personalizzati vogliono stabilire buone relazioni con loro.


Leggere contenuti interessanti è inoltre una delle prime 3 ragioni per cui le persone seguono i brand sui social media.


 


16/10/13

La persuasione ed il potere delle storie



Lo storie possono essere più memorabili, d'impatto e personalmente coinvolgenti.

Alcuni interessanti dati in un graphic video sul ruolo e l'importanza dello storytelling.


   


Ulteriori stimoli e riflessioni sul futuro dello storytelling qui.


Sotto invece in 150 secondi la storia dello storytelling.

 




30/09/13

Le statistiche 2013 del video marketing



Alcune significative statistiche sull'efficacia del video come strumento di marketing per attirare l'attenzione e l'interesse dell’audience e per la conversione in clienti in un dinamico info-video di Three Motion Media.


   



via



17/09/13

Come funziona l'evoluzione



Il processo evolutivo ed i suoi meccanismi spiegati in modo chiaro e semplice in un bel graphic video.


 


 via


13/09/13

Social business strategy DNA



I sette principali fattori di successo nel social business in un info-grafico di Mark Smiciklas ispirato all'ebook “The Seven Success Factors of Social Business Strategy“, scritto da Brian Solis e Charlene Li.





12/09/13

Una mappa per il brand in un info-grafico



I passi fondamentali nel processo di sviluppo e promozione di un brand in un info-grafico.

Clicca sull'immagine per ingrandirla.





05/09/13

7 passi per creare la storia perfetta



L'info-grafico mostra i temi chiave, dalla struttura alla trama, dagli eroi ai personaggi, necessari per sviluppare le differenti forme di storytelling.

I tre elementi principali sono:
1. la definizione delle 7 popolari tipi di trame (la vittoria sul mostro, diventare ricchissimi, il viaggio, la nuova consapevolezza, la commedia, la tragedia, la rinascita)

2. l'identificazione dei 7 tipi di eroi presenti nelle diverse trame (Dracula, Aladino, Ulisse, Alice, Aristofane, Macbeth, Ebenezer Scrooge)

3. l'elenco dei principali tipi di trame che possono essere utilizzate in una storia efficace (la chiamata, la sfida, il conflitto, la crescita, la soluzione).

I principali riferimenti da cui trarre spunto sono i romanzi classici, le opere teatrali e i film.





Per ingrandire l'immagine clicca qui.



04/09/13

The media universe


Dai televisori agli smartphone, dai tablet alle console di gioco, gli americani sono grandi consumatori di contenuti utilizzando tutti i dispositivi tecnologicamente disponibili.

Il sistema solare dei consumatori è una bella mappa grafica dei media usati realizzata dalla Nielsen per la ricerca State of the Media: U.S. Consumer Usage Report 2012.

Clicca sull'immagine per ingrandirla oppure clicca qui.




03/09/13

Le reti sociali nel 2013



Ci sono 2,3 miliardi di utenti di Internet in tutto il mondo, tra cui più di 40 milioni di euro in Francia. 78% di questi utenti frequenta i social network quali Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest.

Un delizioso video graphics sui social network prodotto da 2Factory.


 



30/08/13

Le 22 leggi del Personal Branding



Il (Personal) Branding è l'arte di creare una percezione di unicità nella mente del potenziale consumatore.

"Le 22 immutabili leggi del Branding" di Al Ries e Laura Ries è un classico del brand management.

Ecco un rapido estratto adattato al marchio personale per individuare suggerimenti utili alla costruzione e sviluppo di un brand personale.

1. La Legge di espansione. La potenza di un brand è inversamente proporzionale alla sua portata.

- Non cercare di essere tutto per tutti. Non provare ad essere troppo generalista e vago. Focalizzati, trova e identificati nella tua nicchia.

2. La legge della contrazione. Un marchio diventa più forte quando restringe il suo focus.

- Per creare un marchio personale, è necessario costruire competenze in un settore specifico, o in una funzione aziendale. Individua una categoria in cui vuoi essere conosciuto e concentrati su di essa con tutte le tue energie.

3. La Legge dell'attenzione dei media. Dovresti attirare l'attenzione dei media senza investire una fortuna in pubblicità.

- Dovresti manifestare un alto livello di competenza così da essere il primo che viene in mente alle persone sul tuo tema specifico.

4. La Legge della pubblicità. Un marchio ha bisogno di pubblicità per svilupparsi. È necessario promuoversi attivamente nella rete di contatti.

- Promuovi le tue abilità e le tue competenze e cogli ogni occasione per sviluppare il tuo network.

5. La Legge della Parola. Un marchio dovrebbe sforzarsi di possedere una parola chiave nella mente del potenziale consumatore.

- Quale è la parola chiave che definisce l'area di nicchia o insieme di abilità della tua nicchia? Come ti classificano Google e LinkedIn? La tua rete professionale ti associa con quella parola chiave?

6. La Legge delle Credenziali. L'ingrediente fondamentale per il successo di qualsiasi marca è la (sua pretesa di) autenticità.

- Per dare credito alla tua esperienza, è importante ottenere un qualche tipo di certificazione. Cerca le Associazioni di categorie e i gruppi professionali utili a questo scopo.

7. La Legge della Qualità. La percezione della qualità, più che la qualità in sé, è ciò che costruisce un marchio di successo. La promessa di essere il migliore è più importante.

- Qual è la tua promessa di unicità e di specialità?

8. La Legge della categoria. Un marchio leader dovrebbe promuovere la categoria, non la marca stessa. La più efficiente, la più produttiva, la più utile funzione del branding è la creazione di una nuova categoria. I clienti non si preoccupano veramente dei nuovi marchi, ma si preoccupano delle nuove categorie.

- Puoi essere o diventare un evangelista nella categoria da te prescelta?

9. La legge del Nome. Nel lungo periodo, una marca non è altro che un nome. Nel breve termine, un marchio ha bisogno di un idea o di un concetto unico per sopravvivere. I nomi brevi e unici sono più memorabili di quelli lunghi, vaghi o generici.

- Se hai un nome unico e memorabile, sei fortunato. Chi invece ha un nome comune, dovrebbe sforzarsi di costruire un nick/username/ID/URL/email unici per distinguersi e farsi riconoscere.

10. La Legge delle estensioni. Il modo più semplice per distruggere un marchio è quello di mettere il suo nome su ogni cosa. Più del 90% di tutti i nuovi prodotti negli Stati Uniti sono estensioni di linea. Le estensioni di linea distruggono il valore del marchio, indebolendolo.

- Una volta che hai costruito una buona reputazione in una nicchia, mantienila intatta senza provare ad entrare in altri ambiti.




11. La Legge dell'Amicizia. Per costruire la propria categoria, un marchio dovrebbe accogliere altre marche.

- Raccomanda e segnala le persone nel tuo gruppo di colleghi. Fai rete con altri esperti del tuo settore e ascolta ciò che hanno da dire. Condividi articoli e collegati con altri blogger della tua nicchia. 

12. La Legge del Generico. Uno dei modi per fallire prima è quello dare alla marca un nome generico incapace di differenziarti dalla concorrenza.

- Evita di usare un generico nick o una identità on line vaga anche se puoi avere nel breve dei vantaggi ad esempio sul lato SEO.

13. La Legge della Azienda. Le marche sono marchi. Le aziende sono aziende. Vi è una differenza. I Clienti pensano ai marchi, non alle aziende.

- Sei Tu il professionista, non il nome della tua attività o della azienda per cui lavori. Tu sei il tuo brand.

14. La Legge delle Sottomarche. Le sottomarche possono distruggere il brand.

- Non puoi essere una persona diversa per diversi tipi di pubblico, allo stesso tempo. Non puoi essere a buon mercato e un affermato specialista allo stesso tempo!

15. La Legge di Fratelli. C'è un tempo e luogo per lanciare un secondo marchio. Un secondo marchio può essere lanciato per concentrarsi su una nuova sottocategoria all'interno della stessa famiglia di prodotti.

- Se si desidera entrare in contatto con 2 diversi tipi di segmenti tra il tuo pubblico, entra in contatto con loro attraverso piattaforme differenti in base alle loro esigenze individuali.
Quindi, se sei un blogger che vuole coinvolgere un pubblico geek e un altro composto da non esperti, scrivi in due URL differenti.

16. La Legge della Forma. Un logo per un marchio dovrebbe essere distintivo e attraente per il pubblico a cui è destinato.

- Hai bisogno di trasmettere il tuo messaggio in un modo in cui il tuo pubblico può più facilmente assimilarlo e ricordarlo.

17. La Legge dei Colori. Un marchio deve utilizzare un colore che è l'opposto del suo principale concorrente.

- Devi essere coerente con il tuo stile di espressione. Leggi questo post: Di che colore è il tuo personal brand.

18. La Legge delle Frontiere. Un marchio potenzialmente non conosce confini. La soluzione perfetta per la crescita in un mercato competitivo non è l'estensioni di linea, ma la costruzione di un marchio globale.

- Studiare e parlare nei mercati internazionali aggiunge più valore e reputazione al tuo marchio personale e ti permette di acquisire competenze su argomenti diversi.

19. La Legge della Coerenza. Un marchio non si costruisce dall'oggi al domani. Il successo si misura in decenni, non in anni. Questa è la legge che viene violata più frequentemente. Una volta che un marchio occupa una posizione nella mente dei suoi clienti, il produttore pensa spesso ai motivi per cambiare. I mercati possono cambiare, ma le marche non dovrebbero.

- Cerca sempre di essere te stesso. Questo è il modo più sicuro di essere coerenti e per costruire equità. Così quando ti evolvi come persona e professionista, il cambiamento sarà lineare e non incongruente.

20. La legge del Cambiamento. Ricordati, cambiare il tuo marchio è un processo lungo e difficile. Modificare è molto rischioso!

- Ci sono 3 situazioni in cui è necessario rinnovare il tuo marchio personale: quando non sei stato in grado di far emergere te stesso nella nicchia che hai scelto, quando il pubblico nella tua nicchia è troppo piccolo o quando una carriera nell'area scelta non è economicamente sostenibile.

21. La Legge della Mortalità. Nessun brand vivrà per sempre. I marchi non sono immutabili. Essi nascono, crescono, maturano, e alla fine muoiono.

- Se il tuo set di abilità/competenze sta diventando obsoleto, allora è il momento di aggiornare gli obiettivi e reinventare te stesso.

22. La Legge della Singolarità. Che cos'è un marchio? Una singolare idea o il concetto che si forma nella mente del potenziale cliente. E' così semplice oppure difficile. L'aspetto più importante di un marchio è la sua risolutezza.

- Che cosa dice la gente su di te? Osserva e monitora continuamente che cosa ti rende singolare. Devi cercare la coerenza nel costruire il tuo marchio personale.


29/08/13

Le 7C dell'influenza tribale



Le 7 tipologie di influenzatori in un info-grafico per comprendere meglio le caratteristiche, i comportamenti e le funzioni dei leader delle tribù del web.




Qui puoi leggere le specifiche delle 7 tipologie e qui quelle delle tribù


E tu che tipo di influenzatore sei?


Clicca sulle immagini per ingrandirle.







23/08/13

The Art of Logo Design


Riflessioni, metodi e strategie sulla creazione e lo sviluppo di logo in uno interessante e formativo video.


 




22/08/13

Lo sviluppo del content 4.0


I Contenuti 4.0 sono ormai arrivati. Ecco i contenuti per i quali vale la pena di pagare e i consumatori stanno iniziando a comprarne tanti.

Per tutto il decennio precedente, il contenuto era disponibile gratuitamente online, sia legalmente che illegalmente.




Allora, perché ora le persone sono disponibili a comprare i contenuti on line?

Perché le tecnologie rendono i contenuti più convenienti, attraenti, pertinenti ed emotivamente coinvolgenti.

Da iTunes ad Amazon, i segni del Contenuto 4.0 sono ovunque, secondo questo info-grafico di Business Insider.





Clicca sulle immagini per ingrandirle.


20/08/13

Spine Vodka: un visual concept


L'artista tedesco Johannes Schulz ha realizzato una bella ed originale confezione di una bottiglia di vodka, includendo una colonna vertebrale d'oro per dare una forte identità come un visual simbolico.









19/08/13

21 nuove leggi per il content marketing in un info-grafico



21 suggerimenti e consigli per lo sviluppo di un miglior marketing dei contenuti.

Eccoli in sintesi:

1. Considera le parole chiave come salsa piccante.

2. Usa la voce con cui il tuo cliente possa identificarsi.

3. Costruisci fiducia con la trasparenza.

4. Utilizza molteplici formati per valorizzare le grandi idee.

5. I titoli sono fondamentali.

6. Utilizza le notizie.

7. Usa gli hashtag per migliorare la ricerca.

8. Non pubblicare solamente, ma cerca di attirare ed attrarre.

9. Partecipa anche alle attività di altri.

10. Ricorda che i grandi contenuti stimolano i link.

11. Costruisci i tuoi contenuti da un piano di pubblicazione.

12. Le migliori ispirazioni vengono da differenti risorse.

13. La qualità è importante come la quantità.

14. La quantità è ancora importante.

15. Prendi tempo.

16. Smettila di comprare contenuti scadenti.

17. Identifica il tuo concorrente più forte nel content marketing.

18. Usa un tipo di contenuto per promuoverne un altro.

19. Ricicla i tuoi contenuti i successo.

20. Identifica la domande chiave per ogni contenuto.

21. Usa i tuoi contenuti per trasformare le ricerche, i lettori e i fan in clienti.








Altri suggerimenti o considerazioni?



09/08/13

La Creative Economy



Un interessante report sull'economia della creatività nella regione di Los Angeles realizzato dal Otis College of Art and Design.


 


Sotto invece una stimolante presentazione da una agenzia di design dell'Indonesia.

08/08/13

Lo stato del video nel 2013



Alcuni interessanti numeri sulla crescente diffusione e popolarità nella pubblicazione di contenuti video, anche attraverso l'uso di social video apps come Vine ed Instagram, in un motion graphic pubblicato da Uberflip.





 




05/08/13

Le caratteristiche dei contenuti rilevanti per i brand




Alcune caratteristiche fondamentali per sviluppare contenuti rilevanti per un brand da veicolare attraverso i social media in un semplice info-grafico.









24/07/13

Crowdsourcing e Crowdfunding in 4 minuti



I 4 modi di usare il Crowdsourcing e la definizione di Crowdfunding spiegati in un breve info-video realizzato da Crowdsourcing.org.


 



22/07/13

18/07/13

Una breve storia del marketing in un mega info-grafico


Dalle origini ai giorni nostri l'evoluzione e le principali tappe nello sviluppo del marketing e dei suoi strumenti più importanti.

















Clicca sulle immagini per ingrandirle.